Se non sai come stirare bene questa operazione può risultare estremamente complicata e faticosa: ecco alcuni consigli pratici per una stiratura perfetta che non richieda troppo tempo ma che offra un risultato estremamente soddisfacente.

Non farti prendere dal panico: scegli un buon ferro da stiro, possibilmente con la caldaia, e segui le nostre indicazioni!

Seguendo alla lettera questa guida, potrete ottenere un risultato eccellente anche se non volete spendere troppo rivolgendovi a una stireria professionale. Naturalmente questo discorso vale per i capi di uso quotidiano, ma se avete degli abiti particolarmente delicati il consiglio è quello di rivolgervi a una lavanderia professionale.

Vediamo come affrontare la stiratura dei capi più ostici del nostro guardaroba, come camicie, giacche, polo e biancheria da letto.

Come stirare le camicie

Stirare le camicie risulta sempre il compito più delicato: spesso si formano delle pieghe, oppure i polsini e il colletto non sono abbastanza rigidi: vediamo come stirare camicie velocemente e senza intoppi.

Innanzitutto è fondamentale stirare la camicia quando è ancora umida, quindi se vi accorgete che è troppo asciutta inumiditela con uno spruzzino. In questo modo si può esercitare meno pressione, e quindi fare meno fatica durante le operazioni di stiratura.

Il primo consiglio è quello di partire dal collo, stirando dall’esterno verso l’interno, prima da una parte e poi dall’altra. Si prosegue con il carrè (la parte sottostante il colletto, sul retro) passando sempre dai lati verso il centro.

Vedi anche  Consigli per stirare velocemente

Andiamo avanti passando alle maniche, che vanno stirate partendo dai polsini per poi salire: li apriamo bene e, come per le altre parti, stiriamo dall’esterno verso l’interno. Inseriamo lo stiramaniche e proseguiamo con la stiratura in modo tubolare.

Se non disponiamo di uno stiramaniche, possiamo poggiare la manica sull’asse da stiro allineando bene la cucitura sotto l’ascella seguendo sempre il verso polsino-spalla. Cerchiamo di muovere la manica in modo da non formare pieghe e successivamente stiriamo il polsino chiuso.

Per stirare il davanti, partiamo dal lato con i bottoni (stando attenti a non toccarli con il ferro), passando il ferro dal basso verso l’alto; passiamo al retro fino a raggiungere il lato con le asole. Anche in questo caso muoviamo il ferro dal basso verso l’alto.

Come stirare una giacca

Prima di stirare la giacca è utile spazzolarla, poi la adagiamo sull’asse da stiro e applichiamo sopra un panno ben pulito. Il ferro da stiro deve essere impostato su un calore moderato e l’utilizzo del vapore deve essere ponderato bene: se il tessuto è pesante può aiutarci a togliere le pieghe, ma se il tessuto è molto leggero rischiamo di farlo gonfiare e ondulare.

Per la stiratura dobbiamo partire dalla zona posteriore con il collo bene aperto; prima di lavorare sulle tasche, assicuriamoci che la fodera sia ben stesa. Passiamo il bavero e il collo mettendoli al dritto. Prima di passare alle spalle sistemiamo la giacca su una stampella, ricordandoci di utilizzare sempre il panno.

Come stirare una polo

Prima di impostare la temperatura del ferro verifichiamo sull’etichetta la composizione del tessuto: il cotone può essere stirato con una temperatura alta, mentre le fibre sintetiche richiedono una temperatura bassa. L’etichetta è una risorsa molto preziosa per avere indicazioni sulla stiratura, oltre che sul lavaggio, pertanto consultale sempre!

Vedi anche  Lavaggio tappezzeria Roma

La polo va stirata al rovescio, specialmente se il colore è molto scuro perché altrimenti potrebbe spegnersi. Solo alla fine la mettiamo al dritto e stiriamo il colletto nel verso giusto.

Si parte sempre dalla schiena, poi si passa alle maniche e solo dopo alla parte anteriore. Se ci sono delle pieghe particolarmente ostinate non lasciamo il ferro troppo a lungo sul tessuto, bensì utilizziamo l’appretto, che ammorbidisce il tessuto e ci aiuta nella stiratura.

Proseguiamo con il lato dei bottoni e infine con le spalle; per un risultato perfetto appendiamo la polo a una stampella piuttosto che piegarla per non rischiare di creare pieghe.

Come si stira la biancheria?

Ecco una delle operazioni più difficili: stirare lenzuola con angoli. In particolare, questa operazione risulta complessa se il tessuto non è facile da stirare: ad esempio, come stirare il lino risulta uno dei dubbi più diffusi.

Le lenzuola con gli angoli sono estremamente comode e pratiche ma, purtroppo sono molto faticose da stirare. In particolare bisogna sapere come stirare le lenzuola matrimoniali con angoli: vediamo i passaggi principali.

  • Stirare a dritto tutta la parte centrale su una tavola imbottita
  • Stirare la prima fascia tra angolo e angolo
  • Fissare mezzo angolo sulla punta dell'asse, tendere l'arricciatura e stirare a vapore
  • Girare e stirare l'altra metà dell'angolo
  • Procedere con tutte le fasce intermedie e con tutti gli angoli
  • Piegare a metà il lenzuolo mettendo un angolo dentro l'altro per entrambi i lati
  • Passare il ferro sul lenzuolo piegato stando attenti a non formare pieghe
  • Piegare il lenzuolo in senso longitudinale prestando attenzione a lasciare gli angoli nel lato interno

Contattaci gratuitamente